Android 8.0: Il Robottino Marchiato Google si Veste di Oreo

Pubblicato il 23 agosto 2017
Condividi

il nuovo android 8.0 è uscito, caratteristiche di android OreoTutte le specifiche tecniche del nuovo sistema operativo. Più veloce, più sicuro e con…

“Due modi per guardare la diretta.”

Ha deciso di esordire così Google nella giornata di ieri, riferendosi all’eclissi solare in America. L’azienda ha infatti collaborato con la NASA per la diretta streaming mondiale dell’evento, disponibile sul sito del motore di ricerca.

Ma non è stata l’unico evento della giornata. Il punto più personale per il colosso tecnologico è stato il lancio del nuovo sistema operativo, Android 8.0. Sul sito ufficiale è stato possibile seguire il conto alla rovescia di entrambi gli eventi, di cui ora rimangono i due video.

Come ogni anno, il robottino porta con sé alcune sostanziali novità sui propri device, a partire dal nome. Si chiamerà ufficialmente Oreo, non Octopus e nemmeno Orangina, la speculazione sui suoi nomi è terminata. E adesso è tempo di passare ai dettagli tecnici.

Interfaccia

In questo ambito sono stati apportati alcuni aggiornamenti, intuitivi e comodi da utilizzare in ogni situazione.

  • Notification Dots: aspetto più significativo nella grafica del nuovo OS. Verrà mantenuto il classico puntino di segnalazione di nuove notifiche, ma con Oreo sarà accompagnato da altro. Tenendo premuto il dito sull’icona di un’app, questa mostrerà un riquadro con informazioni aggiuntive e con la notifica stessa. Si tratta del sistema “a pallino”.
  • Picture-in-Picture: La fidanzata in Australia esige una videochiamata con te, ma tu dovresti lavorare sul tuo dispositivo? Google ha deciso di semplificarti la vita, dando la possibilità di utilizzare due app nello stesso momento. La schermata del video verrà rimpicciolita e disposta a proprio piacere nello schermo, il quale potrà essere impiegato nel frattempo per qualsiasi altro impiego.
  • Notification Channel: Le notifiche non saranno più indipendenti, bensì verranno gestite secondo dei “canali”. Verranno mostrate all’utente in base alla categoria a cui appartengono, implementandone così la gestione. Si potrà infatti decidere di dare la priorità ad alcuni canali rispetto che ad altri, rinviare l’avviso oppure silenziarle.

Software

Non tutte le novità saranno direttamente visibili. Alcune bisogna andare a cercarle all’interno del sistema operativo.

  • Velocità: è il vero cuore di Oreo. L’OS dimezzerà i tempi di accensione del proprio dispositivo e migliorerà le prestazioni generali durante l’utilizzo, andando così a impattare meno sul consumo della batteria
  • Autonomia: le batterie fanno ancora molti capricci in quanto a durata, così l’8.0 tenta di correre in aiuto dei clienti. Verranno limitati le operazioni in background di varie applicazioni, come il riconoscimento della posizione o l’accesso alla rete, limitando così il consumo superfluo di energia.
  • Auto-riempimento: permette di risparmiare tempo nel completamento di alcuni campi che contengono dati spesso utilizzati. Username e password specifici potranno quindi essere salvati in un’app dedicata in modo da non doverli digitare mai più.
  • Sicurezza: nulla è stato tralasciato, specialmente l’aspetto Security. Android scansionerà in maniera pignola ogni app che verrà installata, controllerà il sistema e irrobustirà in generale le barriere di protezione da malware.

La ciliegina sulla torta appartiene al lato più giovanile dell’OS: le Emoji.

Sempre più diffuse e utilizzate, Oreo disporrà di più di 60 nuove “faccine” da poter utilizzare anche fuori whatsapp, dal cheeseburger all’alieno. Con questa mossa aggiorna quindi lo stile grafico delle sue faccine colorate, e ripone in soffitta le celebri blobmoji, tanto utilizzate dal 2013, dedicandogli un sincero e simpatico addio.

addio alle vecchie emoji di google, 60 nuove emoji nel 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *