Banche, Risparmi degli Italiani a Rischio

Pubblicato il 28 ottobre 2013
Condividi

Crisi Banchedi Maurizio Scandurra

“Il Sole 24 Ore” ci informa tristemente che sono saliti a 8 gli istituti bancari commissariati, cioè messi in amministrazione straordinaria dal 2013 da Bankitalia, che si aggiungono ai 4 del 2012: in tutto 12 banche vacillanti, custodi “attente” – ironicamente, s’intende – dei risparmi degli italiani. Un valzer lento, ma inarrestabile, quello dell’agonia dei nostri istituti di credito, che rivela il rischio di gravi perdite di liquidità, nonostante lo Stato italiano sia sempre in prima linea con aiuti di Stato, per l’appunto, a tal genere di soggetti economici.
La domanda è la seguente: a chi dobbiamo questa situazione? Sicuramente all’operato non propriamente ortodosso – per essere cortesi – di qualche top manager che, di sicuro, il conto non lo paga. Rendiamoci conto: il denaro, inteso come risparmio, non è garantito a dovere nel nostro Paese. Tant’è che le banche non tutelano neanche i loro stessi dipendenti, le loro risorse umane: tagliano indiscriminatamente. Tanto per loro siamo tutti numeri: clienti, dipendenti. Numeri sì, ma in carne e ossa. Con sogni, speranze, illusioni, attese spesso tradite e spezzate. Numeri sì, binari perché sempre in fila come treni in attesa al segnale di via libera. Numeri sì, vivi, e non di luce riflessa come quelli che appaiono sullo schermo a terminale. Pensiamo a produrre, a fare fatturato reale e non finanza virtuale, che è meglio. Facciamo circolare le merci per quello che realmente valgono, non lasciamo decidere altri – Europa in primis – sul valore delle nostre PMI e del nostro bel design, delle nostre maestranze che la UE stessa e tutto il mondo invidiano.

VisioTrade promuove il baratto fra imprese: come nel dopoguerra, sono i prodotti e i manufatti che devono esser riposti al centro del processo economico, motore dello sviluppo del Paese. Che, oggi più che mai, come l’eurocredito, la nostra moneta complementare che disciplina gli scambi commerciali in compensazione tra aziende, fa sempre più rima con economia vera, ma senza spiacevoli sorprese. Questo, ripeto, vuol dire baratto fra imprese.

Un commento

  1. Pingback: Legge di Stabilità: Certezza di un Disastro Annunciato - VisioBlog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *