Horizon 2020, il Made in Italy protagonista

Pubblicato il 10 giugno 2015
Condividi

programma di fondi europeiSei virtuose PMI italiane operanti nei campi più disparati riceveranno un fondo Ue pari a 6,7 milioni di euro da dividersi secondo i parametri previsti dal programma europeo di sviluppo programmatico quadro Horizon 2020.

Una buona notizia, che fa ben sperare come il made in Italy, nonostante crisi e recessioni, continui comunque a eccellere, conquistando risultati degni di nota nei settori i più svariati. Dall’ideazione di una nuova tecnologia nel settore dei compositi alla concezione di una serra per microalghe, dai nuovi apporti per la precisione e l’efficienza edilizia nel ramo delle costruzioni, da nuove metodologie di stampa industriale su largo formato sino alla progettazione e realizzazione di un nuovo moderno alimentatore da campeggio per caravan, e via discorrendo. Queste le applicazioni che hanno permesso a tali imprese, selezionate su un paniere iniziale di 42 aziende e relativi progetti-pilota, di accedere a tali finanziamenti, con in più una sessione di formazione specifica con i tecnici della Ue di 12 giorni per ciascuna impresa aggiudicatrice del premio.

Nell’ambito di questa importante gara internazionale, su un totale di 214 imprese provenienti da 22 Paesi, il primo posto in graduatoria lo detiene la Spagna, seguita dall’Italia con un secondo ottimo piazzamento, per poi lasciare spazio in classifica nell’ordine a Francia, Paesi bassi e Regno Unito.

Dai primi mesi del 2014 a oggi, il programma Horizon 2020 ha erogato in tutto fondi per un ammontare complessivo di ben 294 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *