La Green Economy è sostenibile: l’economista cileno spiega il perché

Pubblicato il 8 marzo 2016
Condividi

Green Economy SostenibileUn paragone tra la green economy e quella tradizionale con uno sguardo al futuro di un mondo sostenibile

Come tutte le piante, anche gli alberi nascono da un seme, che piantato nel giusto terreno e con pari coefficienti di umidità, esposizione al sole e calore, crescerà. Anno dopo anno irrobustirà il suo fusto, che sorreggerà i neonati rami sporgenti dal suo centro, e più passa il tempo più la sua cima si avvicinerà al cielo. Ma come tutti gli alberi un giorno si fermerà. Smetterà di salire perché le sue radici, già districate nel terreno in modo così intelligente che solo la natura può pensarlo, non potranno più espandersi in alcuna direzione, arrivando così alla fine della sua crescita. Quale paragone migliore di un albero per evidenziare la differenza tra la Green Economy, sostenibile, contrapposta all’economia tradizionale?
Quest’ultima infatti ha perseverato nella sua crescita dagli inizi del baratto, ma il terreno per le radici è finito da troppo tempo, mentre il cielo, al contrario, rimarrà un obiettivo irraggiungibile. Eppure viene continuamente avvicinato anno dopo anno, finchè – questa l’idea di Manfred Arthur Max-Neef, noto economista cileno – il rapporto tra base e altezza non sarà più sufficiente a sorreggere il sistema economico, che da anni stenta a ripartire. Questo perché oggi la sostenibilità non viene minimamente presa in considerazione, al contrario ciò che si cerca è la crescita ad ogni costo, ma continuando il paragone precedente, la disponibilità della Terra presto – o è già successo – non potrà più reggere l’equilibrio dell’economia.
Il cambio di tendenza è già in atto, infatti con la nascita della Green Economy ci si è rivolti di più alla salute, nostra e del pianeta su cui viviamo, ed in quanto a servizio della vita è di base contraria al sistema economico tradizionale. Se infatti quest’albero non avrà più posto per le sue radici smetterà semplicemente di crescere, e piuttosto si pianterà qualche nuovo seme dove il terreno sarà fertile e disponibile, o ancora meglio si potranno posizionare dei Solar Tree

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *