Visiotrade Spa On Air Su Radio 24 ai Microfoni di Alessio Maurizi nel Programma “Si Puo’ Fare”

Pubblicato il 7 ottobre 2013
Condividi


Il Presidente dell’azienda italiana leader nel baratto fra imprese si racconta in radio.
L’eurocredito nuova moneta complementare del futuro dell’Italia in ripresa.

Torino, lì 07-10-2013 – L’eurocredito approda via etere. E’ stata un successo l’intervista che ha visto in diretta telefonica la partecipazione dell’Ing. Cristiano Bilucaglia, Presidente di VisioTrade Spa, azienda italiana leader nel settore del baratto fra imprese, al programma di Radio 24 – Il Sole 24 Ore “Si può fare”, condotto da Alessio Maurizi, dedicato tematicamente sabato 5 ottobre 2013 scorso alle monete diverse, in grado di creare business e sviluppo nell’Italia della crisi.
Queste le parole dell’Ing. Bilucaglia “Noi siamo nati alla fine del 2009, e abbiamo iniziato a operare dai primi del 2010 sul territorio italiano. Abbiamo creato e gestiamo un circuito di imprese, attualmente 2.500, in cui ciascuna di esse acquista ciò che le serve pagandolo semplicemente con ciò che produce, tramite una valuta, l’eurocredito, non convertibile in euro, ma spendibile solo e unicamente in questo circuito”, ha esordito il Presidente di VisioTrade Spa.
“Il principio è quello del moderno baratto di beni e servizi fra imprese, il cui valore di questi ultimi è dato dal mercato attuale che fa da termometro. L’eurocredito dà il controvalore dei beni e servizi rispetto all’euro. Per esempio, il ristorante che decide di mettere a disposizione pasti per 1.000 eurocrediti, potrà spendere il medesimo controvalore per comprare le materie prime, vini, bevande, o per fare lavori di manutenzione nel proprio locale. Così facendo, l’azienda risparmia liquidità per approvvigionarsi, e fa fronte alle spese vive senza toccare denaro contante grazie solo al maggior fatturato prodotto”, prosegue l’Ing. Bilucaglia.
Il vantaggio di questo meccanismo è preservare la propria liquidità, e incrementare il fatturato: ogni azienda che entra ha subito a disposizione un portfolio di 2.500 potenziali clienti, che sono le imprese di vario genere aderenti al circuito, oltre a un credito commerciale, un vero e proprio fido in valuta complementare, in eurocrediti, che potrà spendere appena entrata nel circuito, e che ripianerà semplicemente vendendo il proprio prodotto nel nostro mercato privato. VisioTrade è la risposta a quanti sono sempre a caccia di liquidità, e che vedono nella banca più un ostacolo che un alleato”.
Per poi concludere: “Le imprese arrivano a VisioTrade Spa grazie al passaparola. All’inizio abbiamo dovuto persuadere le prime a entrare. Oggi contiamo su un gran numero di artigiani, liberi professionisti, piccoli imprenditori, medici, hotel ristoranti. Ma abbiamo portato a bordo anche aziende di dimensioni maggiori, manifatturiere e d’altro genere. Ci sono grandi aziende che con noi fanno il 3% del proprio fatturato annuo, e imprese minori che arrivano a fare anche il 50% dello stesso. Venite a trovarci su visiotrade.com!”. Parola dell’Ing. Bilucaglia.

Un commento

  1. Pingback: Business Angel, un’altra via (per il barter) per rilanciare le imprese - VisioBlog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *